I giapponesi approdano in Sardegna, nascono le guide turistiche ad hoc

0
18

Nel 2014, le due guide turistiche Carla Deidda e Giorgia Cesaracciu hanno dato vita al progetto Viaggi di Sardegna, con l’intento primario di far conoscere il territorio sardo ai turisti nipponici, da sempre interessati al territorio incontaminato e suggestivo dell’isola, che mai mancano di far tappa in occasione dei viaggi in Italia.

Carla e Giorgia si sono autodefinite ironicamente le Sardegiappe, appellativo che mette in risalto la fusione tra la loro origine sarda e la passione per il mondo giapponese.

Carla e Giorgia amano la loro terra e hanno ideato questo progetto proprio con l’obiettivo di valorizzarla e di incrementare il turismo sull’isola, cercando di offrire ai visitatori tutti gli strumenti utili per apprezzare al meglio il territorio, facile da raggiungere via mare.

I traghetti per la Sardegna, pratici e comodi, consentono infatti di approdare sull’isola tutto l’anno, con prezzi competitivi e in tempi rapidi. L’azienda Moby offre sconti sui traghetti per la Sardegna, collegando la città di Olbia con i porti di Genova, Livorno, Piombino e Civitavecchia e dando la possibilità ai turisti di imbarcare la propria auto e visitare in autonomia l’isola.

Viaggi di Sardegna ha creato un collegamento diretto tra Italia e Giappone, due mondi tanto lontani geograficamente e culturalmente.

La Sardegna è però il posto ideale per il turista giapponese, che è solito organizzare itinerari di viaggio che toccano più destinazioni, cercando di visitare più luoghi possibili nell’arco di un tempo ristretto.

L’isola si presta bene a questo tipo di percorso grazie ai traghetti che la collegano a diverse regioni d’Italia, inserendola a pieno come tappa fondamentale del progetto turistico del visitatore nipponico che, come già scritto, può inoltre imbarcare un proprio mezzo di trasporto, per viaggiare con più indipendenza e comodità.

I giapponesi sono alla ricerca del mare, del relax e della cultura, gli elementi chiave del territorio italiano e di quello sardo in particolare.

Le sardegiappe si spostato lungo il territorio sardo, aiutando i turisti nipponici a scoprire passo dopo passo le bellezze della loro regione e facendo conoscere loro anche i tipici prodotti della cucina locale, apprezzati dagli abitanti del Giappone, che creano uno scambio proficuo tra le due diverse culture.

La Sardegna attrae e conquista, non solo i visitatori giapponesi, ma anche italiani e provenienti da altre nazioni.

L’unica pecca, criticata spesso dai turisti nipponici, è la scarsa pubblicità che la regione sarda fa di sé in Giappone tra gli abitanti, che di conseguenza conoscono poco l’isola e non sanno cosa vedere e come organizzare il proprio itinerario turistico tra le meraviglie della Sardegna.