La Chiesetta del Martirio di Sant’Efisio a Nora

0
12

Da ben 363 anni (edizione 2019), ogni Primo Maggio la città di Cagliari e i suoi stessi cittadini sfilano per le vie del capoluogo sardo per sciogliere il voto a Sant’Efisio. La festa di Sant’Efisio richiama ancora oggi numerosi fedeli e partecipanti da ogni parte del mondo.
Nella Festa di Sant’Efisio vengono coinvolti gruppi folkloristici provenienti da tutta la Sardegna. Inoltre è tra le più antiche e lunghe processioni italiane (circa 65 Km in 4 giorni) e al tempo stesso è la più grande del Mediterraneo.

Sant'Efisio scortato dalla Confraternita

Sant’Efisio scortato dalla Confraternita

Sant’Efisio il Martire

Efisio nasce in Asia Minore (vicino Antiochia) nel 250 d.C. da madre pagana e padre cristiano. Arruolato nell’esercito romano sotto l’Imperatore Diocleziano fu inviato in Italia per contrastare il nascente culto cristiano. Una volta giunto in Sardegna, il giovane Efisio è accusato di tradimento nei confronti dell’Impero Romano. In quell’occasione confessò allo stesso Imperatore romano Diocleziano di essersi convertito al cristianesimo. Una volta imprigionato è torturato e condannato a morte sul patibolo. L’esecuzione capitale sarà eseguita il 15 gennaio del 303 d.C. a Nora a qualche chilometro di distanza da Cagliari.

Nora da città Fenicia a Parco Archeologico

Nora è uno dei più importanti e famosi siti archeologici della Sardegna. Situata sulla penisola che chiude in direzione Sud Ovest il Golfo di Cagliari fu nell’antichità uno dei maggiori centri in età fenicia poi punica e infine romana. Città che fu abbandonata in età tardo antica.
Fortunatamente fu riscoperta negli Anni ’50 del Secolo scorso da Gennaro Pesce e nel tempo si è trasformata in un parco archeologico aperto al pubblico.

Sant'Efisio (fonte Wikipedia)

Sant’Efisio (Fonte Wikipedia)

La Chiesetta del Martirio di Sant’Efisio

Nel luogo dove secondo la tradizione è avvenuto il martirio di Sant’Efisio è sorta una piccola chiesetta. Il luogo di culto fu costruito presso la zona cimiteriale extraurbana della necropoli fenicio-punica di Nora. Il primo santuario fu eretto in epoca Alto-Medievale anche se le prime testimonianze del culto del Santo risalgono a qualche tempo dopo il suo martirio. Santuario venne ricostruito successivamente in età Giudicale. La chiesetta di Sant’Efisio è il luogo di arrivo della processione del Primo Maggio, dove il simulacro del Martire sosta per qualche notte prima di rientrare a Cagliari nell’omonima chiesa situata nel quartiere di Stampace.

Il vero rientro di Sant’Efisio a Cagliari

Ufficialmente Sant’Efisio è rientrato a Cagliari il 12 maggio del 2011. Giorno in cui le reliquie del Santo furono consegnate alla Città di Cagliari da Pisa, dove erano custodite.

Chiesa di Sant'Efisio Nora (Fonte Wikipedia)

Chiesa di Sant’Efisio Nora (Fonte Wikipedia)